FAREMO MUOVERE L’ITALIA


IN MANIERA SOSTENIBILE

Meno auto private, più Trasporto Pubblico locale : il cittadino sempre al centro.

In questa prima legislatura abbiamo lavorato senza sosta per mettere al centro il Trasporto pubblico locale, salvaguardare la mobilità sostenibile e la sicurezza di motociclisti e ciclisti ottenendo anche lo sblocco di fondi dedicati. Ma non basta. Con il nostro programma vogliamo rendere i trasporti moderni, capillari e non inquinanti.
Hanno votato in 21.487 che hanno espresso 103.532 preferenze.

Scarica il programma Trasporti del MoVimento 5 Stelle
File Pdf - 500 kb

Il percorso del programma su Rousseau

Trasporti e infrastrutture per la mobilità

Qual è la differenza fra i partiti e il Movimento 5 Stelle? Loro sono interessati al poltronificio nelle società controllate o partecipate dagli enti pubblici come quelle che gestiscono aeroporti e il trasporto pubblico locale, noi invece vogliamo rendere i trasporti nel nostro Paese moderni, rapidi, capillari e non inquinanti. Per raggiungere questi obiettivi dobbiamo ripensare la mobilità di italiani e turisti che visitano il nostro bellissimo Paese.

I punti votati dagli iscritti

1.Il sistema aeroportuale
In Italia ci sono 99 aeroporti aperti al traffico civile (di cui 43 al traffico commerciale e 56 al traffico di aviazione generale). Gli aeroporti portano turisti, lavoro e sono necessari per lo sviluppo economico di un Paese. Tuttavia, in Italia la pianificazione infrastrutturale è stata dettata più da logiche politico-clientelari e localistiche che da reali interessi nazionali e di soddisfazione dei bacini d’utenza. Questo ha portato a una vera e propria duplicazione di aeroporti, molti dei quali vicini fra di loro, in un assurdo gioco competitivo fra territori. Le società che gestiscono questi aeroporti sono piene di debiti che vengono ripagati con i soldi dei cittadini. Bisogna razionalizzare il sistema, renderlo più efficiente e meno oneroso per il Paese. Facciamo un po’ di chiarezza. Approfondisci sul blog Hanno partecipato alle votazioni 21.333 iscritti. SI 15.410, NO 5.923
2.Mobilità Urbana
Rendiamo vivibili le nostre città. In Italia ogni 100 abitanti ci sono 61 automobili. La media in Europa è di 48. Questo ha conseguenze sulla salute dei cittadini (lo smog causa ogni anno 84.400 morti premature) e sulla sicurezza stradale (il traffico aumenta statisticamente il numero degli incidenti). È necessario investire sul trasporto amico del clima, come le biciclette e le ferrovie. Lo Stato deve sostenere gli sforzi degli enti locali che vogliono puntare sulla mobilità dolce e investire di più nel trasporto pubblico e meno nelle grandi e inutili opere. Approfondisci sul blog Hanno partecipato alle votazioni 21.305 iscritti che hanno espresso 60.712 preferenze:
- Maggiore dotazione di risorse per acquisto mezzi del trasporto pubblico, 16.594

- Incentivi agli enti locali limitrofi che fanno rete e forniscono alternative di collegamento con altre modalità di trasporto, 15.051

- Modifiche al Codice della strada per favorire la mobilità dolce e sostenibile (pedonale, ciclistica), 13.078

- Incentivi ai Comuni che aumentano il costo dei parcheggi e realizzano parcheggi periferici di scambio intermodale, 4.841

- Aumento tassazione sull'acquisto di nuove auto a combustione, 3.977

- Disincentivi ai Comuni che non estendono le zone a traffico limitato o le zone con limite di velocità al di sotto dei 30 Km/h, 3.584

- Aumento delle sanzioni per il mancato rispetto del Codice della strada, 2.644

- Incremento progressivo delle accise sul carburante, 943
3.Il trasporto merci
In Italia oltre l'80% delle merci viaggia su gomma e solo il 5-6% su ferro. In Francia e Germania la percentuale delle merci trasportate su rotaia arriva fino al 23,4%, in Svizzera addirittura al 50%! Il trasporto su gomma inquina e aumenta i consumi energetici, il traffico e gli incidenti stradali. Eppure, nonostante questo, viene agevolato con sgravi fiscali e incentivi diretti e indiretti. Per rendere il nostro Paese concorrenziale rispetto ad altre direttrici europee, bisogna ripensare il sistema logistico e del trasporto delle merci. Dobbiamo aumentare la sua sostenibilità ambientale e renderlo più funzionale. È necessario un suo ripensamento complessivo e una nuova strategia che coinvolga anche il mondo delle imprese. Per il MoVimento 5 Stelle gli incentivi da soli non bastano: occorre lavorare sul potenziamento dei nodi logistici e delle infrastrutture ferroviarie, sui collegamenti ferroviari tra le città e sugli assi ferroviari, minimizzando il consumo di suolo. Sei disponibile a incrementare le infrastrutture di collegamento ferroviario con porti e interporti per favorire la transizione del trasporto merci dalla gomma al ferro? Approfondisci sul blog Hanno partecipato alla votazioni 21.487 iscritti. SI 20.816, NO 671.

DIFFONDI E SUPPORTA IL PROGRAMMA
TRASPORTI DEL MOVIMENTO 5 STELLE

Condividi sul territorio e sul social web i concetti chiave di questo programma. Queste voci verranno aggiornate man mano che il sito si arricchisce. Torna presto a trovarci per nuovi aggiornamenti.

icona-volantino-circle

Scarica, stampa e diffondi il volantino

Scarica il PDF
icona-volantino-2-circle

Condividi le card sui Social Network

Scarica il Kit