UN LAVORO DI QUALITÀ


UNA PENSIONE CON DIGNITÀ

Al centro i diritti, il merito e le competenze

In questa prima legislatura abbiamo gettato le basi per una politica sul lavoro che guarda oltre il proprio naso e si preoccupa di programmare a lungo termine, leggendo e orientando un futuro carico di innovazioni che stanno accelerando la trasformazione del modo di lavorare. Vogliamo anche garantire i diritti e le tutele “attive” che gli scenari del ventunesimo secolo esigono, ristabilendo quella dignità del lavoratore, e del pensionato, che i governi degli ultimi 20 anni hanno via via distrutto.
Hanno votato per il programma Lavoro 24.050 iscritti certificati che hanno espresso 210.788 preferenze.

Scarica il programma Lavoro del MoVimento 5 Stelle
File Pdf - 86 Kb

Il percorso del programma su Rousseau

Qualità, democrazia e diritti: ecco il lavoro del futuro

L’innovazione, la digitalizzazione e l’avvento dell’economia dei beni immateriali ci spingono a rivedere il rapporto tra tempo di vita e tempo di lavoro, svincolando il concetto di produttività dal totem del cartellino da timbrare. Bisogna poi promuovere nuove forme di democrazia e di partecipazione dei lavoratori alla vita dell’azienda, sostenendo un rinnovamento radicale del funzionamento dei sindacati che devono abbandonare anacronistici privilegi. Infine c’è il grande tema della flessibilità previdenziale in uscita, delle tutele per i lavoratori precoci e per i mestieri più gravosi, perché sia le imprese che la Pubblica amministrazione hanno bisogno di ringiovanirsi per guadagnare efficienza e competitività.

I punti votati dagli iscritti

1.Libera rappresentanza sindacale
Il MoVimento 5 Stelle garantirà a tutti i lavoratori il diritto di poter eleggere le proprie rappresentanze sindacali e di essere eletti, con una competizione equa e aperta tra tutte le sigle dei lavoratori, indipendentemente dall’aver firmato l’accordo sindacale con le controparti. Si tratta in definitiva di applicare, finalmente, in modo compiuto l’articolo 39 della Costituzione sulla libera iniziativa sindacale. Approfondisci sul blog Hanno partecipato alle votazioni 24.050 iscritti che hanno espresso 23.283 Si e 767 No
2.Stop ai privilegi dei sindacalisti

Il MoVimento 5 Stelle vuole tagliare gli assurdi privilegi che, all’interno del sistema sindacale, hanno contribuito a creare situazioni da casta parassitaria e completamente scollata dalla realtà del lavoro che cambia. Cercheremo di scoraggiare la commistione tra sindacato e grande imprenditoria o politica: troppi ex esponenti delle sigle dei lavoratori fanno poi generose carriere in Parlamento, nei partiti, al governo o grazie a posti di potere nella gestione di grandi aziende. Inoltre, stop ai finanziamenti pubblici più o meno occulti, basta ai distacchi retribuiti se non legati all’effettiva rappresentanza nei luoghi di lavoro e stop al rinnovo automatico delle tessere. Bisogna poi mettere ordine nell’esercizio di caf e patronati.

Approfondisci sul blog Hanno partecipato alle votazioni 24.050 iscritti che hanno espresso 47.709 preferenze
- STOP ai sindacalisti carrieristi della politica e nei consigli di amministrazione e gestione delle aziende 15.081
- STOP ai bilanci opachi senza obblighi di trasparenza 12.625
- STOP ai finanziamenti pubblici e alle quote di servizio dei contratti e degli enti bilaterali 7.549
- STOP al rinnovo automatico delle tessere degli iscritti al sindacato 5.796
- STOP ai distacchi retribuiti se non sono legati alla effettiva rappresentanza nei luoghi di lavoro 4.524
STOP all'esercizio di Caf e Patronati senza alcun reale controllo pubblico 2.134
3.Partecipazione dei lavoratori alle decisioni aziendali

Il MoVimento 5 Stelle favorirà il coinvolgimento dei lavoratori nell’elaborazione delle strategie, nell’organizzazione produttiva e nei processi decisionali della loro impresa. Si ragionerà su meccanismi che vanno dalla partecipazione a gruppi di miglioramento fino a un sistema di rappresentanza vicino alla cogestione di stampo tedesco, con eventuale partecipazione agli utili. Si tratta di un principio di disintermediazione che contribuisce anche ad accrescere il senso di appartenenza dell’addetto all’impresa.

Approfondisci sul blog Hanno partecipato alle votazioni 24.050 iscritti che hanno espresso 47.043 preferenze.
- Avere dei rappresentanti dei lavoratori nei consigli di amministrazione per discutere la strategia e le risorse aziendali (Es. Consigli di Sorveglianza come in Germania) 12.609
- Poter partecipare agli utili dell'azienda 8.079
- Poter partecipare a gruppi di miglioramento, composto da lavoratori, per l'innovazione organizzativa e la qualità del lavoro 7.312
- Poter dire la propria su come è organizzato il lavoro anche attraverso proposte e suggerimenti di cui il management deve tenere conto 6.649
- Avere spazio di scelta sul proprio orario di lavoro (Orario scelto) 6.460
- Avere dei rappresentanti eletti direttamente da tutti i lavoratori per la gestione quotidiana dei problemi organizzativi con l'azienda 5.934
4.Riduzione dell’orario di lavoro

Il MoVimento 5 Stelle favorirà processi di riorganizzazione produttiva, riducendo l’orario di lavoro al di sotto delle 40 ore settimanali. Bisogna incentivare una diversa distribuzione, più inclusiva, dello stock di lavoro, ad esempio incoraggiando il part-time e scoraggiando, al contrario, gli straordinari. Ma faciliteremo anche i contratti di solidarietà difensivi ed espansivi, rafforzando infine il sistema dei congedi. I Paesi europei in cui si lavora meno sono quelli ricchi del Nord Europa, mentre quelli in cui si lavora di più sono i Paesi dell'Est e del Sud. Un greco lavora il 50% in più di un tedesco. Questo dimostra la necessità di ripensare la divisione delle ore lavorate.

Approfondisci sul blog Hanno partecipato alle votazioni 24.050 iscrittiche hanno espresso 68.700 preferenze.
- Riducendo l'orario di lavoro al di sotto delle 40 ore settimanali 12.869
- Riducendo le giornate lavorative settimanali e/o annue: settimana di 4 giorni, aumento dei riposi, ecc. 10.167
- Disincentivando lo straordinario sul piano contributivo e fiscale 7.988
- Incentivando il part time lungo (> 30 ore) sul piano contributivo e fiscale 7.798
- Introducendo il diritto individuale al part time, salvo oggettiva impossibilita' organizzativa 7.345
- Estendendo i congedi genitoriali, assistenziali, di studio e per attivita' civiche, anche aumentando le relative indennita' economiche (es. dal 30% al 60% per i congedi parentali) 6.879
- Incentivando i contratti di solidarieta' difensivi, come strumento di riduzione dell'orario di lavoro e del salario, con lo scopo di mantenere l'occupazione in caso di crisi aziendale 6.831
- Incentivando i contratti di solidarieta' espansivi, come strumento di riduzione dell'orario di lavoro e del salario, con lo scopo di favorire nuove assunzione all'interno dell'azienda 5.961
- Incentivando il part time anche per i ruoli di responsabilita' 2.862
5.Una pensione pensata per le esigenze del cittadino

Il MoVimento 5 Stelle aumenterà la libertà dei lavoratori di decidere, entro certe soglie e limiti, il livello di contribuzione (anzianità) e l’età anagrafica di uscita dal lavoro, consentendo loro di bilanciare esigenze differenti (logorio professionale, necessità di avere più tempo libero o esigenza, al contrario, di percepire un assegno previdenziale più ricco). Estenderemo le tutele previdenziali dei cosiddetti lavori “usuranti” a categorie professionali oggi non incluse e terremo conto delle esigenze dei cosiddetti “precoci”. Va ricalibrato anche l’incentivo legato alla “staffetta generazionale”.

Approfondisci sul blog Hanno partecipato alle votazioni 24.050 iscritti certificati che hanno espresso 23.286 preferenze.
- Incentivando la staffetta generazionale, come strumento di riduzione dell'orario del lavoratore vicino alla pensione, a fronte dell'assunzione di giovani, al fine di favorire l'occupazione giovanile e accompagnare i lavoratori anziani verso la pensione, garantendo un passaggio di conoscenze ed esperienze tra generazioni 11.791
- Garantendo la liberta' dei lavoratori di decidere, entro certi limiti, il livello di contribuzione e l'eta'/anzianita' di uscita dal lavoro 4.695
- Garantendo comunque l'accesso alla pensione con 41 anni di contributi versati a prescindere dall'eta' anagrafica 4.548
- Estendendo le tutele previdenziali dei cosiddetti lavori "usuranti" a categorie professionali oggi non incluse 2.252

DIFFONDI E SUPPORTA IL PROGRAMMA
LAVORO DEL MOVIMENTO 5 STELLE

Condividi sul territorio e sul social web i concetti chiave di questo programma. Queste voci verranno aggiornate man mano che il sito si arricchisce. Torna presto a trovarci per nuovi aggiornamenti.

icona-volantino-circle

Scarica, stampa e diffondi il volantino

Scarica il PDF
icona-volantino-2-circle

Condividi le card sui Social Network

Scarica il Kit